NEW ORLEANS: tra musica, gusto, zoo e Mississippi la città del jazz si fa subito amare

Condividi questo articolo su :

Hits: 98

Che ritmo! Innegabilmente è questa la prima cosa che salta alla mente di chi sbarca nella città di New Orleans. Sì, sbarca è proprio il termine giusto. A New Orleans si può arrivare con il treno, con l’aereo, nel nostro caso con l’automobile, certo. Ma è il porto marino a rappresentare al meglio la vera vocazione della città. Perché il protagonista è il Mississippi.

New Orleans sorge, infatti, sul delta del fiume Mississippi, non molto distante dal Golfo del Messico. La sua posizione particolarmente strategica, tristemente nota durante la tratta degli schiavi africani, ne ha favorito nei secoli l’incremento dell’economia, divenendo con il tempo uno dei principali porti commerciali e turistici meridionali degli Stati Uniti. E qui convivono due anime: quella più formale e composta dell’industria e del commercio; e quella, senza dubbio più disinibita e pittoresca, formata dalla cultura voodoo e dalle note coinvolgenti del jazz, che qua trova le sue origini. Le sinuosità del jazz sono percettibili ad ogni angolo del centro storico della città, colori e ritmi afro si fondono senza alcuna difficoltà con le melodie più regolari e “didattiche” del blues.

Di fondamentale importanza è l’influenza dei Cajun, discendenti dei canadesi francofoni deportati in Louisiana alla metà del Settecento, ricaduta praticamente ovunque: lingua, cucina, musica, arte.

Particolarmente affascinanti sono le sfumature culinarie che New Orleans propone. Sebbene si tratti principalmente di una cucina semplice e composta da ingredienti essenziali, il gusto e gli aromi che ne derivano sono inebrianti. Un esempio può essere il Po-Boy sandwich, panino dalle umili origini il cui nome non è altro che la forma contratta e dialettale di poor boys - poveri ragazzi - in onore di alcuni operai che nel 1929 scioperarono per oltre quattro mesi contro l’azienda tranviaria della città. Il Po-Boy, squisitezza che potete trovare praticamente ovunque e della quale vi consigliamo un assaggio, è una pietanza costituita da una pagnotta di medie dimensioni farcita con formaggio, lattuga e, in base alle preferenze, sugo di carne o di frutti di mare (i gamberi sono una primaria risorsa per l’economia della Louisiana).

Ma la città di New Orleans non è solo musica e ottimo cibo. L’apparato architettonico e urbano soddisferà i visitatori di tutte i generi. Lasciando Bourbon Street e il Quartiere Francese, centro storico-artistico con i suoi edifici in tipico stile iberico, ci si inoltra immediatamente nella periferia più umile e povera della città. I sobborghi popolari sono rappresentati da case di legno a schiera che, ciononostante, non perdono la loro anima musicale offrendo al passante un’incredibile sfumatura di colori.

Tagliando in due la zona popolare, si giunge al Louis Armstrong Park, bellissimo parco pubblico intitolato al formidabile trombettista originario di New Orleans. In occasione della nostra visita abbiamo potuto constatare personalmente la cura e l’attenzione che l’amministrazione cittadina dedica alla manutenzione del verde.

Audubon Park, poco lontano dal delizioso Garden District, è sicuramente il luogo ideale dove trascorrere un pomeriggio in tranquillità. Ospita il giardino zoologico, che ne prende il nome, l’Audubon Zoo, appunto. Si tratta di una struttura di interesse mondiale, ben suddivisa e tuttora in continua espansione. Al suo interno si possono ammirare, tra gli altri, gorilla di pianura occidentali, scimmie ragno, babirussa, potamocheri, leopardi dell’Amur, tigri della Malesia, un alligatore albino e tante altre di specie di rettili ed anfibi.

 

Insuperabile e indiscutibilmente suggestiva, però, è l’esperienza di una crociera lungo il fiume Mississippi. Proverete un’eccitazione particolare nel salire a bordo di un battello a vapore. L’imbarcazione, partendo dall’attracco adiacente a Jackson Square, segue un itinerario adatto a conoscere in maniera semplice ed efficace la storia di New Orleans e, in fin dei conti, di buona parte del Sud degli Stati Uniti d’America. Una volta a bordo, si può godere della musica dal vivo grazie al piccolo complesso jazz e gustare ricette Cajun mentre all’orizzonte lo skyline della città si fonde lentamente con la lussureggiante vegetazione del bayou, particolare ecosistema paludoso caratteristico dello stato confederato ed habitat naturale dell’alligatore.

New Orleans merita certamente un posto speciale tra i luoghi più affascinanti ed emozionanti d’America.

Fonte articolo originale

Guide su New Orleans

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su DestinazioneUSA.com !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social