Al Grand Canyon fa così caldo che si sciolgono le scarpe dei turisti

Condividi questo articolo su :

Al Grand Canyon fa così caldo in questi giorni che le autorità hanno dovuto mettere in guardia i turisti: le temperature sono pericolose per gli animali da compagnia e addirittura per le scarpe da trekking e gli scarponi degli escursionisti.

Il Servizio Metereologico Nazionale americano ha emesso un avviso che riguarda le escursioni a profondità superioriori a 4000 piedi (circa 1200 metri) informando i visitatori che le temperature in fondo al canyon salgono a livelli insostenibili. C’è un motivo fisico: l’aria che viene spinta verso il basso viene compressa, rilasciando energia e quindi calore. Il Parco Nazionale del Grand Canyon ha avvertito i visitatori che quando le temperature aumentano, il terreno sui sentieri diventa troppo caldo per le zampe dei cani, rischiando di ustionarle.

scenic view of toroweap overlook at sunrise  in north rim, grand canyon national park,arizona,usa
 

Il consiglio però è anche di badare ai propri piedi e di stare attenti alle proprie calzature, poiché il calore estremo può provocare lo scioglimento della colla sugli scarponcini da trekking, facendo staccare le suole. Inoltre gli scarponi a quelle temperature possono intrappolare il sudore e causare vesciche dolorose. Gli escursionisti e i viaggiatori con zaino e sacco a pelo che visitano l’interno del canyon sono fortemente incoraggiati a prepararsi a temperature estreme e tenere conto dei propri limiti fisici, al fine di prevenire situazioni di emergenza.

I ranger invitano i visitatori a concentrare le escursioni prima delle 10 e dopo le 16. E naturalmente le istruzioni comprendono un grande classico: bere molti liquidi e riposare all’ombra durante il caldo della giornata.

Fonte articolo originale

 

Guida Grand Canyon

OffertaBestseller No. 1 Stati Uniti occidentali 26,60 EUR
Bestseller No. 2 Lonely Planet Grand Canyon National Park 40,22 EUR
OffertaBestseller No. 3 Lonely Planet Grand Canyon National Park 15,81 EUR
Condividi questo articolo su :

Benvenuto su DestinazioneUSA.com !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social