La guida di Harper’s Bazaar agli Hamptons

Condividi questo articolo su :

È la meta esclusiva dell'elite newyorkese praticamente da sempre.

Pool At The Tocker Mill Inn

Aladdin Color IncGetty Images

C'è un insieme di piccole località sulla costa americana che prende il nome di Hamptons, ancora oggi la meta delle vacanze preferita dall'alta società newyorkese. Qui si trovano alcune tra le proprietà immobiliari più costose al mondo, qui il divario tra old money and new money - quello raccontato da F. Scott Fitzgerald in The Great Gatsby - è ancora attualissimo.

Dove soggiornare

Topping Rose House, elegantissima dimora costruita nel 1842. Qui si può scegliere se dormire in suite maestose o in camere affacciate su piccoli giardini. Centro benessere e una piscina all'aperto dove godere del massimo livello di pace e relax.

White Fences Inn a Water Mill, un B&B gestito da Liz, Eric e il loro cane, Bailey. L'atmosfera qui è familiare, ma i tocchi d'autore (pantofole Frette, prodotti Malin + Goetz e deliziosi dolci sfornati a intervalli regolari) mostrano l'attenzione ai dettagli che fa la differenza.

Dove mangiare

Tutto Il Giorno, un trio di ristoranti italiani di proprietà della figlia di Donna Karan, Gabby, e del marito Gianpaolo de Felice, ha due avamposti a Sag Harbor e Southampton dove gustare i piatti della tradizione italiana. Hamburger e gelati fatti in casa si ordinano invece d'asporto al John's Drive-In a Montauk, un locale coloratissimo nella città meno appariscente di Long Island.

Non sarebbe certo un vero viaggio negli Hamptons però senza uno (o più) lobster roll, panini d'autore resi ancora più famosi da The Affair - i migliori si trovano da The Lobster Roll sulla Montauk Highway all'altezza di Amagansett e da The Gig Shack a Montauk. Novità in ambito culinario il Silver Lining Diner che ha sostituito il vecchio diner di Water Mill, con la sua facciata Art Deco bianca ed oro, meta classica degli irriducibili amanti degli anni Cinquanta. Last but not least, nelle due Wölffer Kitchens - in Main Street a Sag Harbor e in Square Drive ad Amagansett- è possibile degustare i vini della casa mentre ci si gode un brunch o qualche tapas. Per frutti di mare e sushi optate invece per Cowfish ad Hampton Bays.

Dove godersi un cocktail

Per bere qualcosa al tramonto, imperdibile per chi si reca negli Hamptons il Sunset Beach, l'albergo di Andre Balaz a Shelter Island, che offre alcuni tra i panorami più belli di tutta Long Island. Ad East Hampton, invece d'obbligo la combo margarita + patatine + guacamole al Blue Parrot, una vera e propria istituzione. La compagnia di caffè australiana Bluestone Lane è infine sbarcata a Montauk l'estate scorsa aprendo uno store dove il classico Flat White si accompagna ad una selezione estremamente curata di abiti ed accessori in vendita.

Montauk Lighthouse and beach
haveseenGetty Images

Consigli per lo shopping

Per quanto riguarda lo shopping, i brand più tradizionali si trovano sicuramente ad East Hampton (Ralph Lauren, J Crew e Brunello Cucinelli) mentre a Sag Harbor ci sono le boutiques più bohémien. Urben Zen di Donna Karan, Bloom (per biancheria per la casa, ceramiche di Astier de Villatte e fotografia vintage) in Madison Street, Monc XIII (per i pezzi di design) e Joey Wölffer per gli amanti del vintage. Uno stop da Aerin Lauder a Southampton e da Alice + Olivia a East Hampton sono infine un must per ogni vacanza che si rispetti.

Cosa vedere (oltre all'oceano)

Il Parrish Art Museum è sicuramente un museo molto apprezzato a Water Mill, tra Bridgehampton e Southampton, dove è possibile ammirare opere di Pollock, Roy Lichtenstein e Willem de Kooning. Eventi organizzati in un palinsesto annuale vi attendono invece presso il Southampton Arts Centre, che comprende anteprime cinematografiche, concerti e spettacoli teatrali.

Condividi questo articolo su :

Benvenuto su DestinazioneUSA.com !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social