Star Wars Celebration: Chicago invasa dai cloni. Tra speed date e parate di cosplay della saga

Condividi questo articolo su :

Hits: 22

Per cinque giorni Chicago è la capitale del mondo di Star Wars. Un'invasione pacifica e chiassosa di fan in costume che ad ondate riempiono gli spazi dedicati agli incontri, alle presentazioni e gli shop dove si vendono gadget unici e in serie limitate. La nostra inviata ci porta all'interno della saga

Chicago è invasa. Decine di trooper, principesse Leila e Luke Skywalker si aggirano per le strade e nei locali dedicati alla Star Wars Celebration, un evento “galattico” che si ripete ogni due anni. Tredicesima edizione di un rituale iniziato a Denver, Colorado vent’anni fa. Dai mojito sotto le palme dell’ultima edizione ad Orlando, Florida, quest’anno si passa all’Illinois, tra freddi semiglaciali e venti taglienti: ma i fan della saga di George Lucas, non si fanno certo intimidire. Il primo giorno dei cinque giorni (dall’11 al 15 aprile) erano già 35 mila, arrivati da tutte le parti degli Stati Uniti e d’Europa. Alle 5.30 di mattina una signora inglese âgée era già in coda all’entrata principale del Mc Cormick Place – il centro congressi più grande d’America al pari di quello di Atlanta – con centinaia di fan, tremante per il freddo, per riuscire a entrare e procurasi i biglietti per lo spettacolo che non voleva perdere.

È difficile capire l’entusiasmo e la gioia dei fan della mitica saga se non vi si partecipa, come succede qui: è un misto di orgoglio e appartenenza – a livelli e gradi diversi – dai bambini che giocano con le spade laser luminose, alle donne vestite con la tunica bianca della Principessa Leila al cupo e nerissimo Darth Vader. È una kermesse senza fine, gioiosa e quasi spirituale.

Evento clou della festa è stato la diffusione del primo trailer del nuovo film di Star Wars, il nono della saga di fantascienza, che uscirà nei cinema il 20 dicembre e si chiamerà The rise of Skywalker. Nel cast, tra gli altri, Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega e Oscar Isaac.

Ma la kermesse è anche altro: è una macchina d’incontri di ogni tipo. Sono entrata nella sala giochi dove ai tavoli tondi seri e impegnati uomini di ogni età si sfidavano con figurine e modellini minuscoli costruiti alla perfezione, sono passata poi alla sala degli speed date – dove a ogni tavolo due ragazzi si incontrano, conoscono e chiacchierano intensamente, per essere poi spostati dopo tre minuti a un tavolo diverso con un partner nuovo- , per finire nella Quiet Room, dove puoi rifugiarti per trovare un po di pace – e riscoprire te stesso – dopo il bombardamento ossessivo di immagini, suoni e e presenze umane e interstellari.

La sala di esposizione di prodotti e merchandise è superaffollata, sempre, a qualsiasi ora. Ci trovi tutto quello che un collezionista serio cerca e deve avere: le magliette nuove e vintage, modellini, figurine e poster, vestaglie e spade laser. Se hai la pazienza di farti alcune ore di coda per entraci – tutto è rigorosamente controllato e non puoi fare il furbo – e di continuare in altre file ordinate, puoi anche portarti a casa una T-shirt personalizzata che esce calda e ancora fumante dalle macchine stampanti di fronte ai tuoi occhi: scegli il tuo personaggio preferito, il colore che ti sta meglio, la misura giusta e per una trentina di dollari eccotela li pronta. E questo regalo così speciale è disponibile solo per alcune ore, se il fato non ti è stato amico, non ti capiterà più. Solo poche centinaia di eletti, poi la produzione è finita. Dopo alcune ore le magliette sono già in vendita su ebay al prezzo triplicato, e dopo alcuni mesi possono raggiungere il migliaio di dollari. Io me ne sono fatta una: è grigio chiaro con il simbolo del REBEL ALLIANCE. Mai stata così orgogliosa: so che la forza sarà sempre con me.

Fonte articolo originale

Booking.com
Condividi questo articolo su :

Benvenuto su DestinazioneUSA.com !

Tieniti sempre informato sulle nostre novità seguendoci sui social